1

concorsoviotti 1

VERCELLI 12-09-2019 Il Concorso internazionale

di musica “G.B. Viotti” è una competizione annuale con una storia sbalorditiva, tra le prime al mondo per fondazione, la più longeva per numero di edizioni. L’edizione 2019 è dedicata al pianoforte e celebra il 70° anniversario. Dopo la preselezione, la gara si svolgerà a Vercelli dal 9 al 19 ottobre; sono previsti diversi eventi off per festeggiare il traguardo.  Il Concorso è un gioiello culturale italiano e mondiale; alterna le sezioni di pianoforte e di canto, ma nel corso della sua lunga storia ha organizzato ben diciannove sezioni musicali. È socio fondatore della World Federation of International Music Competitions. Ha selezionato più di diecimila artisti da oltre cento nazioni e la sua preziosità è avvalorata dal palmarès dei vincitori, che proprio da questo concorso, giovanissimi, hanno iniziato carriere prestigiose. I termini per l’iscrizione sono scaduti il 21 luglio e sono pervenute 151 domande da 29 paesi di tutti e cinque i continenti. La giuria composta da Pietro Borgonovo, Massimiliano Génot e Ruggero Laganà ha pazientemente valutato tutti i video caricati su YouTube e il 21 agosto ha pubblicato le decisioni. Arriveranno a Vercelli 64 candidati (il 36% degli iscritti, poco più di un terzo), provenienti da 20 paesi. Venerdì 4 ottobre, alle ore 18, in attesa del Concorso, ci sarà “Direttori per un giorno!”, con alcune sorprese del Conservatorio “Cantelli” di Novara in Piazza Cavour. Domenica 6 ottobre, nell’ambito di “Raccolti Festival”, nello spazio dell’ex monastero di San Pietro Martire (via Dante, 91), si terrà, alle ore 18, la performance narrata “Il pianoforte segreto. Storie inattese nell’album del Concorso Viotti”, con Paolo Pomati e Luigi Ranghino. La solenne cerimonia d’apertura avrà luogo mercoledì 9 ottobre alle ore 18 al Teatro Civico. Dopo la presentazione dei concorrenti e dei giurati, ci sarà il sorteggio della lettera alfabetica da cui inizieranno le audizioni. A seguire Konstantin Emelianov, il vincitore dell’ultima edizione, darà il via al Concorso con un concerto dedicato alla memoria di Silvio Guyot, la cui famiglia è sostenitrice del concorso. I concorrenti saranno esaminati in una prima prova da giovedì 10 a domenica 13, dalle 10 alle ore 13 e dalle 15 alle 18 (tutte le prove sono pubbliche). Venerdì 11 nel pomeriggio, per le strade del centro di Vercelli, gli allievi del Liceo musicale e della Scuola Vallotti offriranno improvvisazioni musicali. Domenica 13 il Teatro Civico sarà tappa delle Giornate d’autunno del FAI, con visita al Museo nelle stesse ore del Concorso. Domenica sera saranno pubblicate le decisioni della giuria e venti concorrenti passeranno alla seconda prova, sempre al Teatro Civico, lunedì 14 e martedì 15, mattino e pomeriggio. Non più di sei candidati saranno ammessi alla semifinale, in programma mercoledì 16, a partire dalle ore 15. Da questo round usciranno i nomi dei tre finalisti che si contenderanno i premi nella serata finale. Giovedì 17 e venerdì 18 i concorrenti prepareranno la loro esibizione con l’orchestra. Giovedì pomeriggio, alle 17.30, nella Sala Conferenze del Rettorato dell’Università del Piemonte Orientale, i giurati sveleranno tanti segreti e ricordi in “70 anni di decisioni: successi, consigli, passione”. Per la giuria della 70° edizione gli organizzatori hanno preferito invitare tutti artisti in attività, molti dei quali affiancano la carriera concertistica alla didattica e sono professori in prestigiosi Conservatori e Accademie. Alcuni di loro sono laureati del Viotti: Alexey Lebedev (1° premio, 2011), Cristiano Burato (2° e 3° premio, 1994 e 1995), Ruggero Laganà (finalista e medaglia d’argento, Composizione, 1983), Jun Kanno (finalista e medaglia d’argento, 1982). Tornano in giuria Sergio Marengoni, vincitore del Viotti nel 1969 e presidente nel 2017, e Mi-Kyung Kim, una delle più importanti pianiste coreane, già commissaria nel 2011; ci sarà infine Itamar Golan, israeliano nato in Lituania, uno dei più celebri e apprezzati pianisti da camera al mondo. Toccherà a loro assegnare i premi del 70° Viotti nella finale di sabato 19 ottobre, alle ore 20.30 al Teatro Civico, condotta da Paolo Pomati, con l’Orchestra Sinfonica del Teatro Carlo Felice di Genova. Lo show che tanto appassiona il pubblico sarà impreziosito dai giusti tocchi per celebrare l’anniversario. Ottenere un premio non è semplice. I giurati devono assegnare un punteggio da 60 a 100; per il primo premio assoluto bisogna raggiungere una media di 90 punti, per il secondo di 85 e per il terzo di 80. Sono ben sedici le edizioni di pianoforte che si sono concluse senza il vincitore (l’ultima nel 2009). Il monte premi è ricco: 45 mila euro suddivisi in 21 mila per il primo classificato, 9 mila per il secondo, 6 mila per il terzo; mille per il premio del pubblico e per il premio Soroptimist; 500 euro a titolo di rimborso per i semifinalisti e 250 euro per i concorrenti ammessi alla seconda prova. I premi sono offerti dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Vercelli, dal Comune di Vercelli e attraverso il lascito dell’avvocato Eusebio Ferraris, dal Soroptimist Club Vercelli e dalle benefattrici sorelle Garino di Fontanetto Po.

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.